Come pulire bene la muta in neoprene

Che l’acqua sia il tuo ambiente naturale o che ti vengano i brividi solo all’idea di tuffarti quando le temperature sono basse: per te, la muta in neoprene è una fedele alleata. Ma sai come pulirla?

Come pulire bene la muta in neoprene

Surf, marcia acquatica, subacquea, vela, body board, kayak, SUP, un semplice bagno: i motivi per infilare una muta sono tanti.

Una volta trovata quella giusta –  comoda da infilare, portare e togliere – tutti vogliamo tenerla il più a lungo possibile. Per prima cosa, quindi, bisogna sapere come pulirla.

Come pulire bene la muta in neoprene

PERCHÉ BISOGNA LAVARE LA MUTA IN NEOPRENE?

La muta in neoprene deve essere risciacquata e pulita per ovvi motivi igienici. Oltre all’acqua di mare, infatti, è spesso a contatto con il sudore. Un cocktail non proprio piacevole, soprattutto quanto a odori.

Devi sapere che fare pipì nella muta non è una delle abitudini migliori. In più, consuma il neoprene proprio come il sale. E con questo covo di batteri, non tarderanno a formarsi cattivi odori.

Se non risciacqui bene il neoprene, il sale rimasto può causare irritazioni e prurito.

E la muta si può rovinare più in fretta. Le cuciture diventano meno resistenti e il tessuto perde elasticità diventando più ruvido. Per mantenere le sue proprietà, strofinala. Ti spieghiamo come fare: non è così complicato.

Lavaggio quotidiano e asciugatura

Prima buona abitudine: risciacqua sempre la muta dopo l’uso.
Con acqua dolce e fredda, dal lato interno ed esterno. Non dimenticare le chiusure.

Come far asciugare la muta in neoprene?

Per far asciugare la muta, basta appenderla a una gruccia o stenderla piegata a metà, dalla vita. Usa una gruccia adatta, con spalle larghe, non quella recuperata chissà dove:

la muta bagnata è molto pesante. Appesa, tende a tirare verso il basso e, alla lunga, a deformarsi.

Fai attenzione anche al sole. Tienila all’ombra. I raggi UV non sono il massimo per il neoprene. Può finire per tagliarsi e scucirsi.

L’ideale è farla asciugare al riparo dal sole o in bagno, sopra la vasca o una bacinella (per non inondare tutto).

Non lasciarla bagnata. Stendila subito per farla asciugare. Evita anche di lasciarla a mollo un giorno intero nel bagagliaio dell’auto, ad esempio.

Come pulire bene la muta in neoprene

I consigli di Lucie, surfista e responsabile comunicazione Olaian: 

In base a dove ti trovi, per mettere e togliere la muta, usa una bacinella morbida o la sua sacca.

Eviterai di farla toccare a terra – sull’asfalto, sul cemento o sulla ghiaia del parcheggio – e di rovinare il neoprene.

Pulizia accurata della muta in neoprene

Basta risciacquare? In generale, sì. Ma ogni tanto è bene fare una bella doccia, shampoo compreso.

Come disinfettare la muta?

Per eliminare microbi e odori, usa un detergente per neoprene.

Disinfetterà completamente la muta, eliminando sudore, batteri, sale, ecc.

Quale disinfettante o sapone usare per la muta in neoprene?

I disinfettanti appositi che si trovano in commercio sono i più efficaci. Evita la tentazione di usare il tuo super shampoo speciale ricrescita e lucentezza: chissà quale effetto potrebbe avere sul neoprene.
Per un’alternativa più naturale, puoi usare anche del sapone di Marsiglia. Ma devi sapere che non disinfetterà quanto i prodotti speciali. 

Come pulire bene la muta in neoprene

Ogni quanto devo pulire la muta? 

Tutto dipende da quanto la usi. Se la metti tutti i giorni, anche una volta al mese. Altrimenti, ogni 3-6 mesi.

Ma l’importante è pulirla bene a fine stagione per metterla via nel modo giusto.

Lavare la muta in neoprene in lavatrice è una buona idea?

Tutto quello che riguarda lavatrice, asciugabiancheria e ferro da stiro è da scordare! Una cosa da tenere a mente è che la muta va sempre lavata a mano.

Esistono anche sistemi di asciugatura per mute o altri accessori in neoprene. Ma prima di usarli, verifica che siano omologati per evitare brutte sorprese.

La muta in neoprene va piegata?

Fino alla prossima estate, puoi tenerla appesa a una gruccia. Un consiglio: evita di piegarla o metterla sotto altre cose. Le pieghe e il peso possono rendere più sottile e porosa la schiuma.

E tienila in un luogo asciutto.

Quanto dura in genere la muta in neoprene?

Anche in questo caso, tutto dipende dall’uso. Può durare da 2 a 10 anni se la si usa solo d’estate.

In Decathlon, tutte le nostre mute in neoprene sono garantite 2 anni.

Per il pianeta e anche per il tuo portafoglio, la muta si può riparare: basta un rammendo. 

Come riparare e avere cura della muta in neoprene?


Se nonostante tutte le tue attenzioni la muta inizia a rovinarsi, devi sapere che si può riparare
.Puoi scegliere tra più opzioni: il fai da te con un buon tutorial video e un kit speciale completo di colla per neoprene e, se serve, un pezzo di neoprene.

Altrimenti, puoi prenotare un appuntamento nel laboratorio Decathlon più vicino a casa.

Come pulire bene la muta in neoprene

I consigli di Lucie, surfista e responsabile comunicazione Olaian: 

per il massimo comfort, è meglio avere una muta adatta a ogni stagione. Lucie, ne ha due. Una per l’estate e una per l’inverno.

Alternandole, durano più a lungo.

All’inizio è un investimento ma rimarranno in buono stato più a lungo.

Seguendo questi consigli, eliminerai cattivi odori e batteri dalla muta in neoprene!
Adesso puoi fare surf, nuotare, pagaiare, senza rinunciare al caldo e soprattutto al pulito!

Come pulire bene la muta in neoprene

MANON

GIORNALISTA E REDATTRICE SPORT

Runner nell’anima, sono sempre pronta a provare nuovi sport – anche sull’acqua!
Il mio obiettivo? Trasmettere i miei consigli e la mia passione per lo sport con i miei contenuti.