Come prendersi cura lavare i tessuti dell'abbigliamento tecnico montagna?

Non sai come lavare i tuoi tessuti tecnici?Una giacca impermeabile, un pantalone da alpinismo o un piumino in piuma richiedono trattamenti diversi rispetto ai tuoi tessuti da città classici. Ecco le regole d'oro per preservare le loro performance il più a lungo possibile. 

Come prendersi cura lavare i tessuti dell'abbigliamento tecnico montagna?

Hai acquistato una giacca impermeabile all'avanguardia, i pantaloni da alpinismo dei tuoi sogni o il piumino più caldo e compatto del secolo. Dopo un mese di pratica sportiva intensiva e bivacchi senza doccia, meritano una bella lavata! Ecco come prenderti cura dei tuoi capi preferiti in modo che rimangano efficaci per lungo tempo. 

Non è un segreto, prendersi davvero cura dei propri capi tecnici richiede qualche attenzione.Ecco tutti i nostri consigli. 

Perché prenderti cura dei tuoi capi tecnici?

Innanzitutto per preservare le loro prestazioni tecniche e utilizzarli il più a lungo possibile. A seconda della frequenza e dell'intensità delle tue uscite outdoor, i tessuti si sporcheranno e perderanno le loro capacità tecniche a causa del sudore, della polvere e degli sfregamenti. Ma non tutto è perduto! Con una manutenzione regolare e con un po' d'attenzione, puoi prolungarne la durata. 

Con quale frequenza lavare l'abbigliamento da outdoor?

Tutto dipende dal numero di uscite, dal calore, ma anche dalla vicinanza diretta con la pelle.

Per il primo strato (base layer) è necessario lavare i tessuti frequentemente per evitare l'accumulo di sale e sporcizia.Se il tuo primo strato è fatto di lana merino, puoi rimandare il lavaggio, ma se si tratta di un primo strato sintetico, è consigliabile lavare il capo dopo ogni uscita, soprattutto se hai sudato molto.

Per i secondi strati (pile, felpa, piumino) e pantaloni, lavali dopo diverse uscite o quando ne hai bisogno.

Le giacche (softshell, giacca impermeabile) possono essere lavate fino a una o due volte all'anno.Tieni presente che una giacca impermeabile deve essere lavata il meno spesso possibile.
Non esitare a evitare un lavaggio per una smacchiatura delle sole zone sporche.

Consiglio: se il tuo capo sintetico presenta macchie gialle sotto le ascelle sono tracce di una reazione chimica tra deodorante e sudore. Quando si verifica il naturale processo di sudorazione, i sali minerali presenti nel sudore entrano in contatto con i sali di alluminio presenti nella maggior parte dei deodoranti e lasciano tracce gialle sui tessuti. Per attenuare queste tracce, puoi usare l'aceto bianco o il limone prima del lavaggio.

Le 7 regole da adottare urgentemente per prendersi cura del tuo abbigliamento da montagna

1. Lavaggio a mano o in lavatrice, ma doppio risciacquo
2. Utilizzare un detersivo speciale
3. Evitare i prodotti ammorbidenti e smacchianti
4. Centrifuga delicata
5. Asciugare all'aria aperta
6. Rinnovare regolarmente l'idrorepellenza

Altre domande

Come lavare un capo tecnico da montagna?

La cosa più importante è seguire sempre le istruzioni scritte sull'etichetta del tuo abbigliamento tecnico.

Lavaggio a mano
Se lavi i tuoi capi a mano, immergili in acqua tiepida e saponeIl calore intenso non è raccomandato, scegli piuttosto una temperatura moderata. Strofina molto delicatamente le macchie e le aree sporche. Sciacqua abbondantemente, non esitare a ripetere l'operazione di risciacquo fino a quando l'acqua non è pulita.

Lavaggio in lavatrice
Puoi lavare i tuoi capi tecnici in lavatrice.Ecco i consigli da seguire:

. Svuotare le tasche, chiudi la zip frontale, e le tasche.
. Allenta gli elastici e chiudi gli strap nella posizione più morbida possibile.
.Risvolta il capo per evitare il pilling e lo sfregamento sulle membrane esterne, ma anche per favorire la corretta dispersione dell'acqua al momento della centrifuga.
. Separa i tuoi tessuti tecnici da quelli di città, fai attenzione anche ai colori, per evitare di stingerli.
. Carica la lavatrice fino a due terzi al massimo.
. Aggiungi delle palline da tennis usate, ma pulite, se il tuo capo contiene piume
. Metti la dose necessaria del tuo detersivo speciale
. Avvia un ciclo delicato a freddo o a 30°C massimo.

Risciacquo

La regola d'oro è sciacquare due volte.È importante rimuovere accuratamente ogni traccia di detersivo per mantenere le fibre efficienti e traspiranti.

La scelta del detersivo.

Evita a tutti i costi il detersivo in polvere che si elimina male al risciacquo e rischia di ingrassare le maglie del tuo capo. La scelta dei prodotti per la pulizia è importante per preservare la tecnicità delle fibre.

Perché non usare il mio detersivo classivo?

Perché i detersivi classici contengono ingredienti come profumi, enzimi, sbiancanti ottici o detergenti troppo aggressivi per l'abbigliamento tecnico. Questo può alterare le proprietà impermeabili e traspiranti. Scegli un detersivo speciale che elimini le microparticelle di polvere e fango, permettendo un'applicazione più efficace del trattamento reattivo idrorepellente di tua scelta.

I prodotti ammorbidenti e smacchianti.

Non utilizzare ammorbidenti sui capi tecnici. 
L'ammorbidente viene rilasciato nella lavatrice al momento del risciacquo, è in qualche modo un balsamo dei tuoi tessuti che rimarrà nella fibra per ammorbidirla.Solo che, nel caso dei tessuti tecnici, è necessario evitare che i residui rimangano nella maglia, poiché la ostruiranno e ne diminuiranno le prestazioni in termini di traspirabilità e idrorepellenza.Assicurati di pulire bene la vaschetta della lavatrice dove metti il detersivo del detersivo per evitare che i residui di ammorbidente dei cicli precedenti finiscano nel cestello.

Nella lista dei prodotti da evitare, c'è anche la candeggina. È ovvio senza esserlo.
Infatti, si tende a usare la candeggina per eliminare gli odori o il grigiore. Tuttavia, i tessuti sportivi sono spesso realizzati in materiale sintetico o lana merinos. Queste fibre sono delicate e la candeggina è troppo aggressiva per loro.

Per eliminare gli odori di sudore, scegli l'aceto bianco.Versa l'aceto sulle zone di sudorazione, lascia agire per qualche minuto e lava il capo. 

Per rimuovere una macchia di fango o erba, Usa dell'aceto bianco o del succo di limone (o dell'alcool a 70° per una macchia d'erba ostinata).Stesso modus operandi.

Per rimuovere le macchie di grasso, è possibile utilizzare il sapone fiele di bue, un sapone delicato, super smacchiatore, ideale per tessuti delicati e quasi completamente biodegradabile (a seconda degli altri ingredienti contenuti nel sapone).  Iniziare inumidendo la zona macchiata con la seguente miscela:un cucchiaino di percarbonato di sodio per 1/2 L di acqua calda. Quindi strofina il sapone sulla macchia e lascia agire per alcuni minuti. Risciacqua o metti in lavatrice.

Efficace e migliore per l'ambiente.

La centrifuga.

La centrifuga è l'occasione per prendersi cura della tua membrana impermeabile (tipo Gore-tex) e soprattutto per non danneggiarla. 
Imposta la centrifuga su un programma delicato. Ciò che è importante è evitare pieghe e stropicciamenti.
Immagina la membrana impermeabile come un foglio di carta che si indebolisce ad ogni piega o stropicciamento intenso.Se ripeti una piega sempre sulla stessa area, la membrana alla fine non sarà più impermeabile. 
Due soluzioni per evitarlo: una centrifuga delicata o nessuna centrifuga!È possibile arrotolare il capo in un asciugamano in microfibra per accelerare l'asciugatura se si sceglie di non strizzare il capo impermeabile.

Per i tuoi altri tessuti tecnici (senza membrana) puoi optare anche per una centrifuga delicata, in questo caso non corri nessun rischio di danneggiare il tuo capo. 

L'asciugatura e rinnovare l'idrorepellenza

Per asciugare i tuoi tessuti tecnici, l'asciugatura all'aria aperta rimane la più consigliata.Puoi comunque optare per l'asciugatrice se il tessuto lo consente, ma è importante impostare una temperatura moderata.

Se scegli di asciugarli all'aria aperta, metti i tessuti in piano per evitare qualsiasi deformazione (in particolare la lana merinos).Appendi il capo lontano da fonti di calore intenso come il fuoco del camino o il termosifone.
Può sembrare l'idea del secolo per accelerare l'asciugatura, ma il calore rischia di danneggiare le strutture, l'incollaggio e l'induzione dei tuoi capi.

Se scegli l'asciugatrice, seleziona un programma delicato, una temperatura moderata e non esitare a ripetere l'operazione fino alla completa asciugatura del capo.

Per i capi impermeabili :
Asciugatura e rinnovo dell'idrorepellenza sono due fasi collegate per quanto riguarda i capi impermeabili. Infatti, è quando sale la temperatura che l'idrorepellenza o trattamento DWR (Durable Water Repellent) si riattiva. O il tuo capo ha solo bisogno di riattivare l'idrorepellenza di base, oppure puoi re-impregnare la membrana con il liquido che riattiva l'idrorepellenza che avrai precedentemente messo nel vassoio dell'ammorbidente al momento del lavaggio.La temperatura deve rimanere moderata per non danneggiare le strutture e la membrana.

È più saggio scommettere su qualche minuto in più piuttosto che ulteriori gradi. Il passaggio in asciugatrice rimane comunque il modo più efficace per riattivare l'idrorepellenza.
Per riattivare l'idrorepellenza, puoi anche usare uno spray riattivatore dell'idrorepellenza.Spruzza il prodotto sul capo e uniforma con un panno pulito. Lascia asciugare per qualche ora e via!  Pronti per le vostre più belle avventure nella natura!

Il consiglio: per sapere se devi rinnovare l'idrorepellenza della tua giacca, fai il test della goccia d'acqua. Se la goccia scivola via, tutto a posto. La tua giacca è al top delle prestazioni. Se l'acqua ristagna e penetra nel tessuto, è necessario riattivare il trattamento.

Altre domande che potresti farti

Come prendersi cura lavare i tessuti dell'abbigliamento tecnico montagna?

Lo stoccaggio

Alla fine della stagione o tra due attività outdoor, riponi l'abbigliamento in un luogo asciutto, lontano da umidità e raggi UV. Sistema le giacche impermeabili e i piumini su appendino per evitare pieghe e compressione della piuma. Il tuo primo strato e capi in sintetico o lana, puoi riporli piegati. Assicurati di far scivolare nell'armadio alcuni marroni, lavanda o legno di cedro per tenere lontano le tarme. Se devi riporre i capi in un garage, mettili in una custodia sottovuoto per evitare l'umidità. Ma evita al massimo le variazioni di temperatura, poiché alterano i componenti. 

Bisogna lavare i pantaloni da sci tanto spesso quanto i pantaloni da trekking?

Non è utile lavare i pantaloni da sci tanto spesso quanto i pantaloni da trekking. Come le giacche e i pantaloni impermeabili, i tessuti tecnici da sci sono dotati di una membrana e di solito hanno un trattamento idrorepellente in più. Vale quindi la stessa regola: lavare il meno frequentemente possibile.

D'altra parte, se hai strofinato l'indumento nella neve (sappiamo molto bene che hai finito per scendere il pendio senza la slitta o l'hai fatto sulla pancia dopo la caduta sull'ultima pista blu 😄) riattivare l'idrorepellenza sarà una buona idea. Ricorda che spetta prima di tutto a te giudicare lo stato del tuo abbigliamento tecnico. 

Riparazione di un tessuto tecnico

Hai fatto una bella scivolata su un nevaio e - passato il momento dello spavento - hai realizzato con terrore che i tuoi pantaloni, la tua giacca, o la tua maglietta tecnica ha ora un bel buco? Non preoccuparti, abbiamo delle soluzioni.

La prima è quella di andare presso i nostri laboratori e tecnici in negozio.

Puoi anche rivolgerti a un professionista del cucito. Sempre più tecnici sanno come riparare un tessuto tecnico.

Infine, puoi occupartene da solo a seconda della riparazione da fare e delle tue abilità. Per un piccolo foro, scegli i nostri patch di riparazione o un l'adesivo di riparazione. Pulisci la parte da riparare, incolla e riparti per il tuo giro!
Puoi anche ricucire il capo, ma ricorda che i fori fatti dagli aghi fanno passare l'acqua in caso di pioggia. Quindi su un tessuto di un primo o secondo strato, puoi rammendare o cucire una patch, ma per un indumento impermeabile, scegli patch adesive o una riparazione fatta da un professionista.

E voilà! Abbiamo fatto il giro della questione. 
Se hai ulteriori domande, non esitare a scriverle nei commenti.
Ricorda che un capo tenuto bene ti permetterà di fruire più a lungo delle sue prestazioni e di comprarlo meno spesso.

Contenuti complementari